Confrontoprestitionline.it

PRESTITI PENSIONATI

I prestiti per pensionati sono un prodotto finanziario sempre più richiesto e offerto da banche e società finanziarie. Negli ultimi anni, complice lo stile di vita e la crisi economica, sono molti i soggetti che inoltrano la richiesta di prestiti per pensionati, per sè stessi, ma, talvolta, anche per aiutare i figli.

- Quali sono le condizioni dei prestiti per pensionati di Inps e Inpdap?

Iniziamo dalle possibilità di prestiti per pensionati che Inpdap e Inps offrono ai loro iscritti. L'ente previdenziale privato Inpdap, ma ciò avviene anche per altri enti privati, è in grado di concedere finanziamenti per pensionati prelevandoli da fondi di Cassa propri. In questo modo, previa regolare domanda all'Inpdap stesso, chi è iscritto come ex dipendente pubblico o statale potrà ricevere erogazioni di capitale a tasso agevolato per far fronte a necessità sia personali sia dei famigliari, purchè opportunamente dettagliate all'ente previdenziale in fase di richiesta. Il prestito per pensionati Inpdap può concedere piccoli prestiti o prestiti pluriennali diretti, inoltre è prevista un'aliquota per fondo rischi variabile in base all'età che il richiedente avrà quando scadrà l'ultima rata del prestito. I soggetti iscritti all'Inps, invece, dovranno richiedere il prestito per pensionato ad una banca o società finanziaria convenzionata con l'ente nazionale di previdenza sociale, seguendo un iter simile ad una classica richiesta di finanziamento. La differenza starà nel fatto che sarà l'Inps stessa a seguire il versamento delle rate, mediante la cessione del quinto concordata appunto per convenzione con l'istituto affiliato. Inoltre, l'ente si preoccuperà di tutelare il pensionato che richiede il prestito, verificando che tutto avvenga regolarmente, che i tassi siano a termini di legge e non da usura, che il contratto sia regolare e comprenda tutte le voci di tassi e spese, che la rata non superi mai il quinto della pensione del cliente.

- Nel caso si volesse richiedere prestiti per pensionati in istituti tradizionali, come comportarsi?

Come abbiamo visto possono esistere convenzioni tra enti previdenziali ed istituti bancari o finanziari, ma se un pensionato preferisce richiedere un prestito in modo tradizionale, potrà comunque farlo. Qualsiasi istituto di credito, banca o finanziaria, è specializzata in prodotti utili ad ogni categoria, ed anche i prestiti per pensionati vanno a rientrare in una gamma di specialità finanziarie. I prestiti per pensionati non sono difficoltosi da ottenere, proprio perchè esiste la garanzia data dal cedolino della pensione del soggetto finanziabile, ovvero un reddito fisso mensile, che appunto garantirà il rimborso regolare delle rate previste dall'ammortamento all'istituto di credito erogante. I prestiti ai pensionati possono tuttavia trovare un limite nell'età del richiedente, tuttavia va detto che ci sono situazioni in cui la banca o finanziaria concede prestiti rimborsabili anche entro il 90esimo anno d'età del richiedente. In genere un piano d'ammortamento relativo ai prestiti per pensionati varia dai 24 ai 120 mesi. Grazie alla garanzia derivante dalla fonte di reddito fissa, possono talvolta vedersi accettare la richiesta di prestito anche i pensionati con iscrizioni presso la centrale rischi come cattivi pagatori, protestati o pignorati. È importante essere al corrente del fatto che alcuni istituti di credito erogano prestiti a pensionati con una documentazione di pensione di anzianità regolare, mentre possono non concederli a coloro che vanno a percepire pensioni bancarie, pensioni di invalidità, pensioni di reversibilità, assegni di sostegno al reddito, assegni sociali o per nucleo famigliare.

Prestiti pensionati aggiornato il 17 Aprile 2017

Vai alla home:Confronto Prestiti Online

prestiti pensionati