Confrontoprestitionline.it

PRESTITI DIPENDENTI

I prestiti per dipendenti rappresentano probabilmente il tipo di finanziamento più richiesto e diffuso sul mercato finanziario. Ottenere prestiti per dipendenti è possibile a chiunque presti la sua mano d'opera in un'azienda, sia privata che pubblica o statale, in qualità di dipendente con assunzione contrattuale a tempo indeterminato, ma anche determinato.

- Come ottenere prestiti per dipendenti?

I prestiti per dipendenti sono prodotti finanziari diffusissimi e richiedibili presso ogni istituto di credito. Di fatto si potrebbe dire che tutti i prestiti personali sono in fondo prestiti per dipendenti, in quanto possono essere richiesti anche dagli appartenenti a questa categoria di lavoratori. Chi desidera un prestito ed è dipendente, potrà quindi rivolgersi a qualsiasi banca o società finanziaria, per inoltrare la richiesta ed ottenere ogni tipo di informazione ed eventualmente procedere all'avvio delle pratiche burocratiche. Al momento della domanda l'istituto di credito richiederà della documentazione specifica al consumatore, relativa alla sua identità e al suo stato reddituale in corso. Si tratta di procedimenti di prassi che ogni banca o finanziaria, o ufficio postale, attua sul cliente, per verificarne affidabilità creditizia e capacità di garantire il rimborso regolare del debito nel tempo. Ecco che colui che richiederà il prestito per dipendente dovrà essere sottoposto a controllo presso la banca dati della centrale rischi per verificare se sussistono iscrizioni come cattivo pagatore e dovrà dare prova di percepire una regolare busta paga mensile, necessaria come garanzia. Ecco che quindi ci sarà anche una serie di informazioni da dare sul tipo di mansione, su quale sia il luogo di lavoro, se la ditta presso cui lavora vede più di 15 dipendenti assunti, perchè in tal caso sarà sufficiente l'essere assunto a tempo indeterminato, ma nel caso fosse più piccola, allora sarebbe necessaria un'assunzione da almeno 4 anni presso di essa.

- I prestiti per dipendenti pubblici come vengono regolati?

La differenza per accendere i prestiti personali per dipendenti pubblici o statali non è molta rispetto a quelli per dipendenti privati, appena descritti. Sicuramente possono contare su una garanzia molto più solida, in quanto lavorare per lo Stato o comunque per Enti Pubblici mette al riparo da ogni tipo di rischio fallimento da parte del datore di lavoro. Lo Stato, infatti, a differenza delle aziende private, non fallirà mai. L'iter valutativo al momento della domanda di prestito per dipendente pubblico o statale sarà il medesimo di quello riservato ai dipendenti privati, importante sarà sempre dimostrare un'assunzione a tempo indeterminato come lavoratore statale. Esistono tuttavia anche ulteriori opportunità per ottenere un prestito per dipendenti pubblici, ovvero le possibilità di usufruire di prestiti convenzionati e agevolati erogati direttamente dall'istituto previdenziale Inpdap, con l'opportunità di godere di tassi e condizioni estremamente vantaggiosi.

- Quali sono le modalità utilizzate per il rimborso dei prestiti per dipendenti?

I prestiti personali per dipendenti, siano essi pubblici o privati, normalmente vedono un rimborso definito contrattualmente come cessione del quinto, dove il pagamento delle rate previste avverrà con trattenute direttamente alla fonte, ossia dalla busta paga stessa. Qualora il dipendente che richiede un prestito abbia una cessione del quinto già in atto, ma desiderasse ulteriore liquidità, è possibile che la banca o finanziaria possa concedere un finanziamento per dipendenti regolato dalla delegazione di pagamento, dove sarà il datore di lavoro ad approvare la concessione dei prestiti ai suoi dipendenti, firmando e garantendo che mensilmente provvederà egli stesso a trattenere e versare la parte predefinita dello stipendio per il rimborso delle rate previste.

Prestiti dipendenti aggiornato il 17 Aprile 2017

Vai alla home:Confronto Prestiti Online

prestiti dipendenti